Rinnovare con charme: cinque idee per ripensare l’arredamento puntando sui dettagli

Si chiama “Nesting” la tendenza a passare la maggior parte del proprio tempo libero nell’intimità di casa, costruendosi attorno a sé ambienti comodi e caldi, come un nido appunto.

Durante questi mesi di permanenza esclusiva nelle nostre abitazioni, fatti di piccoli piaceri casalinghi ma anche di convivenza obbligata tra le quattro mura, abbiamo probabilmente capito cosa ci piace della nostra casa, e cosa invece non ci convince, è poco funzionale o ci ha stancato.

Come instancabili uccellini che in primavera scovano piccoli tesori per portarli al proprio nido e renderlo più confortevole, possiamo dedicarci a rinnovare gli arredi con qualche tocco di stile che sappia restituire una personalità più accogliente alla nostra casa.

Per voltare pagina bastano pochi accorgimenti mirati, ecco le nostre cinque idee per cominciare.

Dettagli curati per impreziosire

Per impreziosire un angolo della casa senza appesantirlo o farlo sembrare lezioso gioca sui dettagli e sui punti di colore. Anche il divano più discreto e neutro può riscoprirsi niente affatto anonimo con l’aggiunta di qualche bel cuscino o plaid. Sfumature oro, ruggine o acquamarina, stoffe cangianti, una delicata bordura di nappe o ricami impalpabili come pizzi sapranno trasformare i tuoi ambienti in modo sorprendente.

Cuscini, cuscini e ancora cuscini

Se quello di cui hai bisogno per l’atmosfera di casa è una ventata di freschezza che sappia svecchiare gli arredi e donar loro nuova vitalità, concentrati sui particolari e sbizzarrisciti con dei cuscini più fantasiosi. Che siano optical con reminiscenze anni 60, a tema marino o floreale, la parola d’ordine è pattern.

Specchiere e orologi da muro: quando la funzionalità incontra il design

Conoscere l’ora del giorno e specchiarci sono indiscutibilmente due funzioni fondamentali da ricercare in una casa; se hai viglia di rinnovare il look della casa, forse è il momento di staccare i vecchi complementi e sostituirli con lo specchio - e l’orologio - delle tue brame.

Ideali nell’ingresso o in qualunque altro locale di disimpegno, gli specchi danno profondità e allargano ogni ambiente, mentre un orologio crea un punto focale e può risolvere con stile anche gli angoli più difficili da arredare.

Il tocco in più: il filo d’oro

Puoi trovare un fil-rouge che crei un rimando tra i dettagli della casa e li faccia dialogare per affinità. Per esempio un rivestimento dorato, che richiami la cornice dello specchio e dell’orologio, il dettaglio di un quadro o un candelabro.

Go big or go home: quadri importanti per rilanciare una stanza

Questa volta è il caso di dire “go big when you’re home”, perché un quadro che riempie fisicamente la parete è in grado di colmare anche visivamente le lacune di una stanza, che si tratti di dimensioni, o di una certa incompiutezza negli arredi. Un quadro catalizza l’attenzione e armonizza quello che ha intorno, ma tutto sta nel trovare quello giusto. Tra espressivo e figurativo, sofisticato e astratto, trova l’opera che più ti appartiene, ma non lesinare sulla grandezza. Un bel quadro che si fa notare è una dichiarazione di stile e un investimento sicuro per tutta la casa.

Wall Decor per pareti tutt’altro che piatte

Non di sola pittura trionfano i muri più attuali, ma offrono sostegno alle altre, sorprendenti forme di decorazioni tridimensionali da parete. Modernissimi nei soggetti e nella scelta dei materiali, ma con il fascino dei bassorilievi e dei fregi che ornavano le case antiche, i Wall Decor arredano come un quadro e incantano con il loro plastico alternarsi di vuoti e pieni, di luci ed ombre. Individua la palette più adatta alla stanza e il soggetto che più ti piace - dalle suggestioni geometriche a quelle di ispirazione naturalistica - e vedrai la parete prendere vita sotto i tuoi occhi.