A pink statement: il rosa per arredare.

Nel 2014 Wes Anderson faceva una delle dichiarazioni cromatiche più iconiche di sempre: la facciata del suo Grand Budapest Hotel ha inaugurato l'ondata rosa che di lì a poco avrebbe invaso le passerelle, le copertine dei libri, il make up, ma soprattutto la palette di Instagram. Fu l’inizio dell’effetto Millenial Pink: il trend en rose che da qualche anno ha sdoganato il colore femminile per antonomasia e l'ha reso androgino e irrinunciabile in ogni frangente, interior design compreso.

Ma perché il rosa piace così tanto?

Dal punto di vista strettamente cromatico riunisce in sé le caratteristiche del rosso e del bianco, risultando allo stesso tempo un colore tranquillizzante ed elettrizzante. Dégagé e mai banale, il rosa è sofisticato ma non impegnativo, e assume personalità diverse e inaspettate a seconda dell'ambiente circostante e dei colori con i quali viene abbinato. Se il rosa del fenicottero è diventato il simbolo di un'intera estate, immagina cosa può fare un'attitudine "think pink" quando si tratta di arredare!

 

Dal quarzo al lampone: ecco qualche consiglio per portare il rosa in casa.

  

Basta un dettaglio per la vie en rose.

Il bello del rosa è che anche un singolo pezzo d'arredamento si fa notare e restituisce carattere a una palette dai colori troppo neutri. Una poltroncina o un tavolino - ma anche semplicemente qualche cuscino o una coperta - possono bastare per trasformare ogni salotto da anonimo a chic. Gli elementi rosa diventano immediatamente il punto focale della stanza, per rivoluzionare il mood dell'ambiente e renderlo subito più accogliente.

 

  

Il consiglio di Alice

Il rosa è un colore molto morbido, ma io credo che il modo migliore per farlo risaltare sia combinarlo con materiali naturali o addirittura grezzi, come il cemento, la pietra o il legno. Provare per credere!

  

Per non stancarti del rosa scegli tappeti, tende e quadri.

Certo, il rosa è il colore del momento e l'imperativo categorico di tutte le bacheche Pinterest. La domanda è legittima: alla lunga mi stancherò del rosa? Il rischio c’è, ma può evitarlo: invece di dipingere un'intera parete, perché non provi con un tappeto, un quadro o delle tende rosa? Anche un solo oggetto avrà l’effetto di una grossa campitura di colore in grado di ravvivare la tua stanza come una pennellata, con il vantaggio di essere facilmente sostituibile.

Scopri i nuovi tappeti rosa vintage della Collezione Home News 2018.

 

Oro, grigio e nero: l'allure del rosa si sprigiona.

Parola d’ordine: abbinamento! Il rosa è un colore difficile da abbinare, ma con qualche trucco potrai ottenere un effetto elegante ed originale. Il cipria - una delle tonalità più amate del momento - si sposa alla perfezione con quel particolare tipo di oro che contiene una nota di rosa. Cipria e oro per conferire al tuo living room un'eleganza semplice, per nulla leziosa. Vuoi andare sul sicuro? Il grigio e il rosa sono un abbinamento intramontabile e molto rassicurante, specie per le tinte più desaturate. Ti va di osare? Inserisci una nota di rosa carico – ad esempio il fucsia o il bubblegum – in un contesto total black e riuscirai a spiazzare piacevolmente i tuoi ospiti.

 

Per l’arredamento in rosa scegli solo texture e materiali raffinati.

Marmo, satin e geometrie decò: la bellezza del rosa passa anche dalla ricercatezza dei materiali e delle texture. I neon rosa fosforescente potranno essere ormai sorpassati (ma il vintage torna sempre di moda!), mentre un oggetto dalle linee semplici, piacevole alla vista e morbido al tatto, difficilmente diventerà fuori moda. Per dare nuovo lustro alla mia camera dal letto, io per esempio ho scelto un pouf in velluto rosa, con quell'aria vintage da toeletta della nonna. Scopri i pouf di velluto della nuova collezione Fashion.

 

Insomma, la palette del rosa è davvero l'ideale per rivoluzionare i tuoi ambienti con uno sforzo minimo e un risultato davvero sorprendente. Lasciati travolgere da un'ondata di rosa, trova l'ispirazione giusta nel catalogo Fashion.